Ministeri istituiti

Nella Chiesa Cattolica, ministeri istituiti sono due:

  • Il lettorato
  • L’accolitato

I ministeri del lettorato e dell’accolitato, anche se profondamente radicati nell’esperienza più anti­ca della Chiesa, acquistano oggi dimensioni e prospettive nuove in una comunità ecclesiale chiama­ta ad essere «serva» del Signore e degli uomini. Il loro corretto e fedele esercizio suppone, per­tanto, sempre una vita di comunità molto dinami­ca. Anche se si integrano a vicenda, questi due mi­nisteri sono distinti: il lettorato fa direttamente riferimento all’annuncio della parola di Dio, mentre l’accolitato è più specificamente orientato alla cele­brazione liturgico-sacramentale e all’impegno di carità e di promozione umana.

Parola di dio lettore istituito: parrocchia san Nicola da Bari

Ciò spiega, tra l’altro, l’inopportunità che ven­gano conferiti insieme alla stessa persona. La Chiesa è comunità ministeriale, nella quale lo stes­so Spirito conferisce ai fedeli doni diversi per mini­steri diversificati; non è opportuno quindi che una stessa persona assommi più compiti, anche perché ciascuno richiede anche doti umane particolari che non sempre sono simultaneamente presenti nello stesso individuo; e poi anche perché, altrimenti, si ricadrebbe in una nuova forma di “monopo­lio” del ministero che non è certo rispettosa di una corretta ecclesiologia e che si risolverebbe a svan­taggio di una pastorale articolata. Tutt’e due questi ministeri sono però espressione di carità ecclesiale e sono finalizzati all’edificazione dell’unico Corpo di Cristo.

Nella nostra parrocchia abbiamo un lettore come ministro istituito. CLICCA QUI per sapere chi è.

I commenti sono chiusi