Giovani problema o soluzione?

La speranza davvero cambia i nostri occhi! La speranza è aiutata dall’intelletto, una luce aggiunta alla luce naturale, un occhio più penetrante dentro gli avvenimenti, dentro la vita personale e collettiva.

Dio sa se ne abbiamo bisogno!

Oggi, in particolare tempo di crisi generale, è la speranza che ci sostiene, ci dà la forza necessaria per andare oltre con il pensiero, poi con il progetto e ci mette dentro la forza necessaria a perseguire il bene che desideriamo e riteniamo possibile. La speranza è una molla incontenibile, esplosiva.

La nostra speranza ha tanti nomi i nomi dei giovani in Oratorio sono i primi, hanno la vista migliore, più acuta; ha i nomi dei genitori che ci credono e ci scommettono, hanno la motivazione più forte; ha i nomi di chi li accompagna nella crescita, hanno le convinzioni giuste e il Respiro più capace di sforzi, ha i nomi di quei nonni che sono consapevoli e sanno stare vicini e discreti pronti all’occorrenza, hanno le radici più profonde.

Su questo capitale può contare la speranza. Potrebbe essere partecipato di più, condiviso. Dobbiamo farlo!

Lo sforzo è nelle nostre possibilità. Ce la possiamo fare, perché non siamo soli. Un Padre ci sostiene, un Fratello ci accompagna, ci ha trasmesso il DNA di Dio,  la Fonte della nostra speranza: lo Spirito Santo in noi.

I giovani quelli che conosciamo di più ci credono, non dobbiamo deluderli e tradire le loro migliori speranze.                                                                   Don

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei umano? Allora rispondi a questa domanda per accedere al sito *